Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Vellutata di patate e porri

    A Madrid i mandorli sono in fiore e la cosa mi preoccupa. L’inverno per me non è mai abbastanza lungo e l’idea che si avvicini la primavera mi preoccupa molto.

     

    Mi rendo conto, guardando la natura intorno a me, che presto torneranno i giorni delle insalate di pasta ed i carpacci di salmone, e quindi se voglio godermi piatti caldi e confortevoli, devo sbrigarmi a prepararli. La prima crema di verdure, che mi hanno insegnato alla scuola di cucina a Gerusalemme, è stata quella di patate e porri. Abbiamo iniziato con questa perché la cucina della mia scuola non permetteva l’utilizzo di prodotti derivati dal latte, essendo una cucina “di carne”. Questa vellutata, infatti, non necessita assolutamente di panna né di burro, ed è buonissima preparata con un brodo leggero di verdure. Nelle ultime fredde notti di inverno scalderà i vostri cuori… 

     

    Vellutata di patate e porri

     

    INGREDIENTI: 

     

    500 g. di patate

     

    300 g. porri

     

    2 cucchiai olio d’oliva

     

    1 litro di brodo di verdura

     

    Sale e pepe

     

    PREPARAZIONE: 

     

    Le dosi ovviamente sono orientative, vi consiglio di tenere un po’ di brodo in più da parte nel caso ce ne fosse bisogno.

     

    Per prima cosa laviamo e puliamo i porri, affettiamoli e mettiamoli in una pentola con l’olio. A fuoco lento lasciamoli appassire.

     

    Passati circa 10 minuti aggiungiamo le patate sbucciate e tagliate a dadini e mescoliamo. Dopo 5 minuti irroriamo il tutto con il brodo bollente e mettiamo il coperchio. Lasciamo cuocere circa mezz’ora a fuoco lento, controllando ogni tanto che il liquido sia sufficiente.

     

    A cottura quasi ultimata, controlliamo che le patate siano morbide e che sia possibile schiacciarle con una forchetta.

     

    Aggiungiamo sale e pepe a piacere e frulliamo il tutto con un frullatore ad immersione.

    CONDIVIDI SU: