Skip to main content

Ultimo numero Maggio-Giugno 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    EUROPA

    European Jewish Association, appello alle istituzioni europee contro l’antisemitismo

    Si è conclusa ieri la conferenza straordinaria dell’European Jewish Association (EJA) ad Amsterdam, nella quale oltre cento leader ebrei da tutta Europa hanno richiesto attraverso una risoluzione approvata a maggioranza alle istituzioni europee di sviluppare delle strategie attuabili per combattere la crescente ondata di antisemitismo e incitamento all’odio che sta investendo il continente.
    La risoluzione si è concentrata sulla mancanza di misure significative adottate finora dai governi per far fronte all’antisemitismo dilagante e l’adozione diffusa ma inefficace della definizione di antisemitismo dell’IHRA.
    Nel documento si richiede l’istituzione da parte dei governi europei di un meccanismo di segnalazione online delle continue vessazioni nei confronti degli ebrei e delle minacce antisemite subite e che tale meccanismo di segnalazione sia direttamente collegato alle forze dell’ordine per una risposta rapida. Sollecita inoltre alla formazione completa degli agenti di polizia per identificare l’antisemitismo, affrontarlo e arrestare coloro che perpetrano atti antisemiti e “tolleranza zero nei confronti delle proteste violente e/o intimidatorie per includere striscioni, bandiere o insegne di organizzazioni terroristiche”. La risoluzione si focalizza anche sulla definizione operativa di antisemitismo, sollecitando i parlamenti nazionali a sancire per legge i principi dell’IHRA, a stabilire i mezzi legali per perseguire coloro che violano tali principi e includere le università nello stesso corpus legislativo.
    “L’EJA nota con grande preoccupazione il chiaro e ripetuto pregiudizio anti-israeliano dell’Alto Rappresentante dell’UE Josep Borrell che ha contribuito in modo significativo al continuo antisemitismo e la denigrazione dello Stato di Israele” si legge nel comunicato. Infatti, secondo l’European Jewish Association, sebbene sia legittimo criticare un governo democraticamente eletto, “l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea Josep Borrell ha dimostrato – sia prima che dopo il 7 ottobre – anche attraverso il suo portavoce Peter Stano, un chiaro e grave pregiudizio anti-israeliano”, favorendo attivamente ad un clima negativo nei confronti dello Stato di Israele durante il suo mandato. Alla luce di tutto questo, a pochi giorni dalle elezioni europee e quindi al rinnovo delle varie istituzioni, “esorta il Consiglio europeo a esaminare adeguatamente il prossimo Alto Rappresentante e a garantire che la posizione e la reputazione di tale ruolo non vengano sfruttate e manipolate per scopi di parte, come avvenuto con Borrell”.

    CONDIVIDI SU: