Skip to main content

SPECIALE PESACH 5784

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Le famiglie dei 199 ostaggi tenuti a Gaza sono state avvertite

    Tutte le famiglie degli ostaggi
    presi da Hamas la scorsa settimana durante il drammatico attacco del 7 ottobre
    sono state contattate dall’esercito israeliano. Sulla base delle dichiarazioni
    dell’IDF, gli ostaggi sarebbero circa 200, tra questi anche anziani, donne,
    bambini e neonati.

    “Abbiamo informato le famiglie dei
    199 ostaggi. Continuiamo a raccogliere informazioni sugli ostaggi e rimaniamo
    in costante contatto con le loro famiglie. L’IDF sta lavorando
    ininterrottamente per liberarli” ha dichiarato il portavoce dell’IDF , il
    contrammiraglio David Hagari.

    Hagari ha sottolineato l’impegno
    dell’esercito nel cercare di condurre a Gaza attacchi basati su informazioni di
    intelligence per evitare di mettere in pericolo gli ostaggi.

    “Ci stiamo impegnando per capire
    dove si trovino esattamente gli ostaggi di Gaza e non porteremo avanti attacchi
    che possano metterli in pericolo” ha spiegato Hagari. Il contrammiraglio ha
    anche evidenziato che l’esercito ha già alcune informazioni su dove si trovino le
    persone rapite.

    “Gaza è il principale campo di
    battaglia e ci stiamo concentrando su quell’area. Lì si trovano i civili
    israeliani catturati” ha proseguito Hagari, aggiungendo che “se Hetzbollah
    dovesse commettere un errore, la risposta sarà letale”.

    CONDIVIDI SU: