Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Yonatan, Oren e Boaz le vittime dell’attentato a Elad

    Identificate le tre persone
    uccise nell’attentato che ha colpito ieri sera Elad, cittadina israeliana abitata
    in gran parte da ebrei ultraortodossi.

    Yonatan Havakuk, padre di cinque
    figli, Boaz Gol, anche lui lascia cinque figli e la terza vittima è Oren Ben
    Yiftach, residente della città di Lod, padre di sei figli.  Altre tre persone sono rimaste gravemente
    ferite. Lo riferisce Arutz Sheva.

    Secondo la polizia israeliana i responsabili sospettati di aver compiuto l’attentato sono Assad Al-Rafa’i,
    19 anni, e Sabhi Abu Shakir, 20 anni, entrambi del villaggio di Rumana vicino
    Jenin, nel nord della Cisgiordania.

    Le forze dell’ordine hanno
    lanciato una caccia all’uomo in tutta la zona con unità speciali
    insieme allo Shin Bet e hanno chiesto alla popolazione di comunicare
    informazioni.

    “I nostri nemici hanno intrapreso
    una campagna omicida contro gli ebrei ovunque si trovino. – ha affermato il Primo
    ministro Naftali Bennett – Il loro obiettivo è spezzare il nostro spirito, ma
    falliranno. Metteremo le mani sui terroristi e su coloro che li aiutano e li
    assecondano, e faremo in modo che ne paghino il prezzo. Porgo le mie sentite
    condoglianze alle famiglie di coloro che sono stati assassinati”.

     

    CONDIVIDI SU: