Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Roma e Tel Aviv, i costi della vita a confronto

    Può costare quasi cento euro una cena per due in un ristorante qualunque? Si, se ci troviamo a Tel Aviv. Infatti per andare a cena in quella che è diventata la città più cara del mondo servono 300 shekel, circa 84,07 euro. Mentre a Roma? 60 euro, esattamente il 28,04% in meno. Queste le stime che si possono trovare in Numbeo.com, un database online collaborativo che consente agli utenti di condividere e confrontare le informazioni sul costo della vita tra paesi e città.


    Una differenza abissale tra le due città che nell’ultimo studio realizzato dal The Economist Intelligence Unit hanno subito un cambio radicale nel costo della vita. La Capitale è stata una delle città col calo maggiore (dal 32esimo al 48esimo posto), a causa di un calo del costo di generi alimentari e abbigliamento. Mentre la “Città Bianca” è balzata al primo posto, superando Parigi, dove dei costi dei beni di consumo catapultati alle stelle a causa del crescente potere d’acquisto dello shekel.


    “Il problema fondamentale è che in Israele non esiste un centro metropolitano alternativo”, ha spiegato il sindaco di Tel Aviv Ron Huldai in un’intervista rilasciata dopo che la notizia ha fatto il giro del mondo.


    L’enorme differenza tra Roma e Tel Aviv ovviamente non riguarda solamente i prezzi dei ristoranti, ma la si può vedere nella maggior parte dei settori analizzati dal database di Numbeo. 

    Il sito infatti ci offre una panoramica di quelle che sono le differenze nel costo della vita tra le due città: per esempio i prezzi degli affitti a Roma sono inferiori del 29,84% rispetto a Tel Aviv, carissimi infatti sono i monolocali nella città israeliana, i cui affitti mensili si aggirano tra i 1.122,71 € (fuori dal centro) ai 1.514,92 € (in centro) contro i 692,00 € e i 979,71 € della Città Eterna. 


    Ma enormi differenze si possono vedere anche nei beni di prima necessità come una bottiglia d’acqua da un litro e mezzo acquistata al supermercato. Infatti, qualora vi venisse sete mentre vi trovate dentro un AM:PM, nota catena di supermercati israeliana molto presente a Tel Aviv,  per comprarvi una bottiglia d’acqua vi servirebbero circa 1,55 €, contro i 0,63 € di Roma, circa 59,36 % in meno. 


    Anche nell’abbigliamento quotidiano si possono vedere grosse differenze tra le due città, infatti un paio di jeans di una catena come Zara verrebbe a costare il 45,69% in più nella città israeliana, questo può anche essere spiegato dal calo dei prezzi nel settore dell’abbigliamento italiano che, a causa della sempre più ingente quantità di lavoratori in smart working, vede sempre meno vendite in quanto la necessità di andare in ufficio vestiti alla moda è sempre minore.


    Ma ci sono settori dove il costo della vita è maggiore nella capitale italiana rispetto a Tel Aviv. Nonostante l’ampia concorrenza nel settore delle telecomunicazioni in Italia, il costo mensile di un piano internet risulta essere più caro nel capoluogo laziale. Anche il tariffario dei taxi è più caro a Roma rispetto alla Miami del Medio Oriente. 


    In generale a Roma i prezzi al consumo comprensivi dell’affitto sono inferiori del 25,76% rispetto a Tel Aviv, come anche il costo generi alimentari sono inferiori del 23.07%, nonostante ci siano però delle singole eccezioni, come il prezzo delle arance, dei pomodori e delle patate.


    CONDIVIDI SU: