Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Roma, Pd primo partito Capitale, Lega ingoia M5S in periferia

    Arriva il
    dato definitivo sull’affluenza dei votanti nella Capitale – il 48,91% dei
    romani, a fronte del 51,99% del 2014, con la maggiore affluenza nel I Municipio
    del centro e nel II che va da San Lorenzo a Parioli – e si va chiarendo anche
    il quadro dei consensi attribuiti nelle Elezioni europee. Quando si è quasi al
    90% delle 2600 sezioni scrutinate il Pd si colloca in testa ai partiti della
    capitale con il 30,3% dei voti, portando a casa i migliori risultati nel I
    Municipio (42,5%) e nel II (39,3%). Il minimo lo totalizza nel VI Municipio
    delle Torri (17,4%), in cui la Lega porta a casa il 24,4% scavalcando il M5S al
    24,9%.

    La Lega
    diventa il secondo partito nella Capitale con il 25,9% delle preferenze mentre
    l’ “effetto Raggi” colpisce ancora il M5S che cala al 17,7% delle
    preferenze, davanti a Fratelli d’Italia, all’8,7% e a Forza Italia al
    5,5%. 

    I numeri più
    bassi del M5S si registrano nel I Municipio (9,7), la metà dei voti leghisti
    (18,6%), nel II Municipio (10,8%) a fronte di un 19,2% leghista e non va bene
    neanche nel XV Municipio (ampia area tra Vigna Clara e La Giustiniana) dove
    crolla al 13,4% mentre è testa a testa tra Lega (28,8%) e Pd (28,1%).

    Anche a
    Ostia e Garbatella il M5S cede il passo: nel X Municipio alla Lega, che
    totalizza il 29,1%, a fronte di un 23,7% del Pd e di un 23,5% che conferma la
    sua preferenza ai pentastellati; nell’VIII Municipio al Pd, che col traino
    della candidatura dell’ “indigeno” ex vicepresidente della regione
    Massimiliano Smeriglio totalizza il 38,1%, ma anche alla Lega che porta a casa
    il 19,7% delle preferenze a fronte di un 15,3% pentastellato.

    Nell’altro
    municipio a guida civica, il III di cui è presidente l’ex assessore della
    Giunta Marino Giovanni Caudo, il Pd arriva al 32,1% a fronte di un 24% della
    Lega e di un 16,7% del M5S.  

    CONDIVIDI SU: