Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Kosher ai Mondiali del Qatar? Oggi si può

    Il capo della comunità ebraica ashkenazita in Turchia e capo dell’Alleanza dei rabbini negli Stati islamici, il rabbino Mendi Chitrik, ha parlato con il notiziario israeliano Arutz Sheva – Israel National News-  dell’iniziativa di distribuire cibo kosher ai tifosi ebrei ai Mondiali del 2022 in Qatar. Chitrik ha detto di essere entusiasta della prospettiva di aiutare gli ebrei che potrebbero avere delle difficoltà a trovare cibo kosher in un luogo come il Qatar.

     

    “Le autorità locali non stanno solo collaborando con noi, ma stanno facendo di tutto per rendere le cose semplici”, ha detto Chitrik, il cui progetto offre ai fan ebrei più di 100 bagel sandwich al giorno insieme a oltre 300 challot durante lo  Shabbat. “È importante che gli ebrei sappiano che sono liberi di rispettare la loro reclusione ovunque si trovino”, ha aggiunto il rabbino.

     

     Il rabbino Chitrik ha inoltre smentito le notizie secondo cui il Qatar non aveva inizialmente consentito la distribuzione di cibo kosher.  “Mio figlio era in cucina  quando ha sentito la notizia. Eravamo confusi, perché non abbiamo avuto nessun problema con le autorità del Qatar- ha aggiunto il rabbino – Questo è un passo storico per noi, e se posso dire in questo senso, gli Accordi di Abramo sono molto importanti. Hanno influenzato molti giovani. Le differenze politiche non dovrebbero impedire agli ebrei di vivere una vita ebraica nei paesi arabi”

     

    Il rabbino ha sottolineato più volte che “ la persecuzione religiosa subita dagli ebrei nel mondo islamico” non esiste realmente. “Siamo felici di vivere in questa parte del mondo in pace con i nostri vicini” ha concluso il rabbino.

    CONDIVIDI SU: