Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Israele, la tecnologia dell’Università di Tel Aviv ripristina il senso del tatto   

    Una nuova tecnologia sviluppata dall’Università di Tel Aviv dona la speranza alle persone che hanno perso il senso del tatto a seguito di un’amputazione o di un infortunio. Secondo il Jewish Press News, i ricercatori hanno messo a punto un piccolissimo sensore che viene impiantato nel nervo dell’arto compromesso e collegato direttamente al nervo sano. Ogni volta che l’arto viene stimolato, il sensore si attiva e genera un segnale elettrico nel nervo funzionante, che ricrea la sensazione del tatto.

     

    La tecnologia è stata sviluppata sotto la guida di un team di esperti israeliani: Ben M. Maoz, Iftach Shlomy, Shay Divald e Yael Leichtmann-Bardoogo del Dipartimento di Ingegneria Biomedica, della Facoltà di Ingegneria di Fleischman, in collaborazione con Keshet Tadmor della Sagol School of Neuroscience e Amir Arami della Sackler School of Medicine e l’Unità di Microchirurgia nel Dipartimento di Chirurgia della Mano dello Sheba Medical Center. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista ACS Nano.

     

     Il sistema è testato e sicuro. Il dispositivo può essere impiantato in qualsiasi parte del corpo umano, una volta terminati gli studi clinici.”Abbiamo testato il nostro dispositivo su modelli animali e i risultati sono stati molto incoraggianti – ha affermato il Dott. Maoz – Più avanti, testeremo l’impianto su altri modelli, in una fase successiva, impianteremo i nostri sensori nelle dita delle persone che hanno perso la capacità di percepire il senso del tatto. Ripristinare questa capacità può migliorare significativamente il funzionamento e la qualità della vita delle persone e, cosa più importante, proteggerle dai pericoli. Le persone prive di sensazioni tattili non possono sentire se il loro dito viene schiacciato, bruciato o congelato”.

    CONDIVIDI SU: