Skip to main content

Ultimo numero Marzo-Aprile 2024

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    A Michal Rovner l’Israel Prize: “La sua arte è universale”

    L’artista israeliana Michal Rovner riceverà l’Israel Prize, il più prestigioso riconoscimento dello Stato Ebraico. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione Yoav Kisch.


    Il riconoscimento, assegnato a Rovner nel campo delle arti plastiche, le viene consegnato perché l’artista “presenta un linguaggio unico e innovativo nella fotografia, video arte e installazione architettonica” come ha affermato il comitato che l’ha scelta.


    Una delle sue opere, titolata “1st place”, è stata venduta nel 2006 a un prezzo da capogiro, tanto da diventare il pezzo più costoso mai venduto da un artista israeliano. Michal Rovner è molto acclamata a livello internazionale, anche in Italia, dove i suoi lavori sono stati presentati molte volte. Le sue opere sono state esposte nei musei più prestigiosi del mondo quali il MoMA, il Whitney Museum di New York e il Louvre di Parigi.


    Tra i temi trattati più frequentemente da Rovner nella sua arte vi è quello della Shoah: a questo proposito molte tra le sue opere sono state esposte al Memoriale della Shoah di Gerusalemme Yad Vashem e al Museo di Auschwitz-Birkenau.


    “Michal Rovner è tra i principali artisti israeliani”, ha affermato il comitato dell’Israel Prize. “Il suo lavoro artistico è unico nel suo linguaggio originale e rivoluzionario nel campo della fotografia, del video e dell’architettura. Rovner ha ricevuto riconoscimenti e successi significativi in ​​Israele e in tutto il mondo da importanti musei e da un pubblico amante dell’arte”.


    Il comitato ha anche osservato che “il lavoro di Michal è universale, nel senso più profondo della parola, tocca tutti, ovunque, allo stesso tempo”.

    CONDIVIDI SU: