Skip to main content

SPECIALE PESACH 5784

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Helen Mirren ha incontrato il Presidente israeliano Herzog. L’attrice: “È uno dei ruoli più importanti che ho interpretato”

    Ieri sera il Presidente e la First Lady di
    Israele, Isaac e Michal Herzog, hanno ospitato l’attrice Helen
    Mirren, in visita in Israele per partecipare all’apertura del Jerusalem Film
    Festival, dove è stato proiettato “Golda”. All’incontro con Herzog ha
    partecipato anche il regista del film, Guy Nattiv. 
    “Golda è stata una figura
    importante, che ha guidato con coraggio il governo. – ha ricordato Il
    Presidente – Era una figura storica e ha avuto un’influenza significativa sulla
    nostra struttura sociale”. Helen Mirren ha ringraziato il Presidente e la First
    Lady per la loro calorosa accoglienza. “Golda è uno dei ruoli più importanti
    che ho interpretato. – ha affermato – Ero una giovane donna quando è stata
    eletta e vedere una donna alla guida di un Paese complesso come Israele è stato
    un momento fondamentale”.

    “Spesso mi viene chiesto se vedo
    una connessione tra le grandi donne leader che ho ritratto. Il legame più
    stretto che vedo con Golda è la regina Elisabetta I in termini di assoluta
    dedizione al suo Paese. Aveva un grande fascino” ha aggiunto.

    Il film, diretto dal premio Oscar
    israeliano Guy Nattiv, si concentra sulle azioni di Meir durante la guerra
    dello Yom Kippur del 1973 e le conseguenze del devastante conflitto. 
    La posizione di Meir come donna
    in un ambiente maschile come la politica e la sicurezza israeliana nel 1973 ha
    affascinato l’attrice vincitrice di un premio Oscar. 
    “Aveva un atteggiamento molto
    diverso nei confronti del potere, ma era comunque immenso” ha osservato.

    Golda Meir ha lasciato un’eredità
    complessa e contestata sulla scia della guerra dello Yom Kippur; tuttavia,
    Helen Mirren ha difeso la donna, il politico e il leader. “Penso che
    avesse una profonda nobiltà nel suo carattere. Come leader, doveva assumersi la
    responsabilità e lo ha fatto, a differenza di molti altri. – ha detto Mirren –
    Lei ha sopportato il peso maggiore sulle sue spalle. E penso che debba essere
    stato incredibilmente doloroso per lei”.

    L’attrice, che ora ha 77 anni, ha
    raccontato anche come è arrivata per la prima volta in Israele nel 1967, dove
    ha trascorso un po’ di tempo in un kibbutz con il suo fidanzato. “Ho visto
    Israele com’era una volta – ha sottolineato – e ora, ogni volta che vengo, mi
    stupisco del modo in cui questo Paese è cambiato”.

     

    CONDIVIDI SU: