Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Il primo ministro inglese Sunak in Israele: ‘’Saremo al vostro fianco’’

    Dopo le visite del Cancelliere tedesco Olaf Scholz e del Presidente USA Joe Biden, il Primo ministro britannico Rishi Sunak è il terzo leader occidentale a visitare lo Stato d’Israele da quando è scoppiata la guerra contro Hamas.

    Il premier inglese ha incontrato il Capo di Stato israeliano Isaac Herzog, che ha voluto ringraziare Sunak per essere “venuto a visitare Israele nel nostro momento più buio”. “Il momento ci chiede di capire chi è il nostro amico – ha affermato Herzog – Lei è stato con noi fin dal primo momento e per questo le siamo estremamente grati Primo Ministro, per il suo sostegno, le sue decisioni e la sua leadership in questo senso”.

    Il Presidente israeliano durante le dichiarazioni alla stampa insieme al leader britannico ha posto l’attenzione sul lavoro, poco oggettivo, che sta facendo la BBC in questi giorni. Numerose sono state infatti le manifestazioni di fronte al quartier generale della televisione inglese, accusata di distorcere i fatti nelle ultime settimane. “Abbiamo a che fare con una delle peggiori organizzazioni terroristiche al mondo. E so che nelle democrazie moderne, come la nostra e la vostra, non si può intervenire di per sé, ma poiché la BBC ha un certo collegamento ed è conosciuta come britannica in tutto il mondo, è necessaria una protesta affinché ci sia una correzione, Hamas deve essere descritta come un’organizzazione terroristica. Cos’altro devono vedere per capirlo?” ha chiesto Herzog.

    “Avete subito qualcosa di indicibile e dovremmo chiamarlo per quello che è: un atto di terrorismo perpetrato da una malvagia organizzazione terroristica, Hamas. Questo è ciò che credo” ha affermato il primo ministro Sunak.  “Saremo al fianco di Israele, saremo al vostro fianco, esprimiamo solidarietà al vostro popolo e sosteniamo il vostro diritto di difendervi, di riportare la sicurezza nel vostro Paese e di garantire il ritorno sicuro degli ostaggi” ha concluso.

    Successivamente, il premier britannico ha incontrato il primo ministro Benjamin Netanyahu, che ha sottolineato l’importanza della sua presenza in Israele. “Il vostro chiaro e incrollabile sostegno dal momento in cui è iniziata questa guerra e il fatto che siate venuti in Israele ci dice molto” ha dichiarato. “Hamas rappresenta i nuovi nazisti, il nuovo ISIS, dobbiamo combatterli insieme: come il mondo civilizzato si è unito per combattere i nazisti e poi lo Stato islamico, ora deve stare con Israele mentre combattiamo e sconfiggiamo Hamas” ha sottolineato, ribadendo che questa è “la battaglia dell’intero mondo civilizzato”.

    Di fronte a Netanyahu, Rishi Sunak ha voluto ribadire il sostegno del Regno Unito e le condoglianze dell’intero popolo britannico. “Piangiamo la perdita di ogni vita innocente, di civili di ogni fede, di ogni nazionalità, che sono stati uccisi. E riconosciamo anche che anche il popolo palestinese è vittima di Hamas” ha detto il premier, che ha lodato la decisione del governo israeliano di aprire all’ingresso degli aiuti umanitari nel sud della Striscia di Gaza. “Questa è l’ora più buia di Israele. Sono orgoglioso di essere qui con voi in questo momento. Come vostri amici, saremo al vostro fianco” ha concluso Sunak.

    CONDIVIDI SU: