Skip to main content

Scarico l’ultimo numero

Scarica il Lunario 5784

Contatti

Lungotevere Raffaello Sanzio 14

00153 Roma

Tel. 0687450205

redazione@shalom.it

Le condizioni per l’utilizzo di testi, foto e illustrazioni coperti da copyright sono concordate con i detentori prima della pubblicazione. Qualora non fosse stato possibile, Shalom si dichiara disposta a riconoscerne il giusto compenso.
Abbonati

    Roma ricorda il 16 ottobre 1943: presentato in Campidoglio il progetto di formazione per gli studenti

    Presentato presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio il percorso di formazione rivolto agli studenti delle scuole superiori per acquisire consapevolezza della Shoah e della deportazione degli ebrei a Roma. L’iniziativa istituzionale si è svolta nella simbolica data del 16 ottobre, a 80 anni di distanza dal rastrellamento degli ebrei della Capitale. Il progetto è nato con lo scopo di rendere consapevoli i giovani del racconto della deportazione del 16 ottobre 1943 attraverso alcuni luoghi commemorativi.

    L’iniziativa rientra nell’ambito del programma commemorativo promosso da Roma Capitale con il contributo del Ministero dell’Interno, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma e la Fondazione Museo della Shoah. La presentazione si è svolta alla presenza del Sindaco Roberto Gualtieri, dell’Assessore alla Scuola, Formazione e Lavoro, Claudia Pratelli, dell’Assessore alla Cultura, Miguel Gotor, dell’Assessore alla Memoria della Comunità Ebraica di Roma, Daniele Regard e del Presidente della Fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia. Sono stati coinvolti venti istituti della Capitale, per un totale di 250 tra studenti e docenti. Sette delegazioni di liceali, al termine di un percorso di studio e approfondimento coordinato da Marco Caviglia, Responsabile della didattica per scuole secondarie di primo e secondo grado della Fondazione Museo della Shoah, hanno presentato, attraverso un video didattico e interattivo realizzato con la realtà aumentata e una mappa dinamica animata della toponomastica, il racconto dei luoghi della deportazione del 16 ottobre 1943, a partire da una riflessione legata a quei punti della Capitale che, tutt’oggi, narrano la tragedia. 

    Tra i luoghi principali al centro del progetto, la targa del Collegio Militare, con il racconto della detenzione presso palazzo Salviati; l’Istituto Giulio Cesare, con la targa dei fratelli Finzi; la targa di Stazione Tiburtina, con la storia della partenza del convoglio diretto ad Auschwitz; la targa della famiglia Efrati al Portonaccio; ponte Settimia Spizzichino, con attenzione alle vittime della deportazione; le pietre d’inciampo; Via della Reginella, quartiere ebraico e Largo 16 ottobre 1943.

    “Sensibilizzare le Scuole su quanto occorso esattamente 80 anni fa nella città di Roma costituisce per la Fondazione un progetto di lungo periodo. L’evento in Campidoglio rappresenta una illustre opportunità di riflessione su tale Impegno, reso possibile dalla continua collaborazione con il Comune di Roma e il Sindaco Gualtieri. Negli scorsi mesi, infatti, l’amministrazione capitolina ha costantemente sostenuto ed affiancato la Fondazione nella preparazione delle numerose iniziative di questi giorni” ha affermato Mario Venezia.

    A conclusione della giornata, vi è stato anche uno spazio dedicato all’incontro con il testimone Emanuele Di Porto, sopravvissuto al rastrellamento di Roma e protagonista della Graphic Novel “16 ottobre 1943. Storia di Emanuele che sfuggì al nazismo” prodotta dalla Mondadori in collaborazione con la Fondazione Museo della Shoah, e che è stata donata ai partecipanti che hanno preso parte alla presentazione.

    L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Museo della Shoah in collaborazione con Dipartimento Scuola, Lavoro e Formazione Professionale di Roma Capitale.

    CONDIVIDI SU: